CARTA DELLA LEGALITA’

CARTA DELLA LEGALITA’

Dalla discussione con i ragazzi sono emersi i seguenti punti:
1. garantire che l’esecuzione di appalti, opere, lavori, servizi, avvenga nel rispetto dei principi di economicità, trasparenza, tempestività e correttezza, respingendo qualsiasi pressione e facendo emergere anche i casi di corruzione e mala gestione.
2. stabilire un rapporto di fiducia e collaborazione con i cittadini, dimostrando disponibilità nei rapporti con i cittadini stessi, favorendo la trasparenza e l’accesso alle informazioni e l’esercizio e la salvaguardia dei loro diritti.
3. Ogni cittadino deve sentirsi responsabile del bene comune e denunciare qualunque tentativo di estorsione da parte di criminali
1. Ogni cittadino deve avere un ruolo attivo per rafforzare la società civile contro il crimine e la corruzione, ritenendo che solo attraverso azioni propositive e concrete di promozione dei valori si possa ottenere un miglioramento generale della qualità della vita.
2. Ogni cittadino ha il diritto di non accettare alcuna forma di intimidazione e pizzo da parte delle organizzazioni mafiose e operare nel rispetto della legalità e della trasparenza. Lo Stato ha il dovere di proteggere adeguatamente i cittadini che denunciano tali condizioni.
3. Ogni cittadino deve non solo rispettare le leggi imposte dall’alto ma fare pratica quotidiana di regole condivise per promuovere il pieno sviluppo della persona e la costruzione del bene comune;
4. Ogni cittadino deve non solo rispettare le regole ma avere coscienza critica, avere capacità di distinguere tra il bene e il male, avere capacità di scegliere e di essere coerenti con quelle scelte;
5. Abbattere ogni forma di psichismo mafioso e omertoso, ogni forma di clientelismo che permea tutti i rapporti tra pubblico e privato che fanno apparire come un favore quello che è un diritto di ogni cittadino. Ad esempio eliminare comportamenti quali il ricorrere al politico di turno quando si è alla ricerca di un posto di lavoro, cercare raccomandazioni quando si deve prenotare una visita in una struttura pubblica, ricorrere al boss locale anzi ché alle forze dell’ordine quando si subisce un furto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONTATTI

via Francesco Struppa, 15

91025 Marsala (TP)

Email: info@giovanicrazia.it


SOCIAL


icon-twittericon-facebookicon-youtube

PARTNER

partner-1

PARTNER ESTERNI

partner-2